Che bello

Che bello. 

In auto sotto l’ufficio – anche senza navigatore -, un colpo di clacson per trovarsi, una corsa. 

Aria condizionata, smog cittadino, strade poco intasate – grazie agosto. Il navigatore con gli accenti sbagliati e un’inflessione piemontese.

Una macchina noleggiata, piccola ma scattante. Scattare anche noi in avanti, verso l’avventura. L’autostrada che si srotola insieme alle strisce bianche, la destinazione che conosciamo già ma che ha addosso anche una buona dose di mistero.

Una canzone, alla radio, di quelle sentite diecimila volte, di quei gruppi e cantanti che anche loro sanno non avranno mai più nessun’altra hit a loro disposizione. Ma in quel momento è una canzone speciale, da ballare insieme, da canticchiare suonando a caso il clacson in autostrada.

E nessuna paura o ansia, solo l’orizzonte davanti e la voglia di raggiungerlo per superarlo, ma sperando che non finisca troppo in fretta.

Fuori c’è l’afa, i campi, camion, cartelli, nuvole. Dentro ci siamo noi, in viaggio, e c’è la nostra sintonia, quella che basta uno sguardo per capirsi: “Io e te siamo sempre in giro”.

Che bello, finalmente.

Annunci

Qualcosa da dichiarare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...