Proprio stasera

Proprio stasera che serve, che mi serve fisicamente, non lo trovo. Il mio quaderno – un vecchio Quaderno Architetto residuato delle lezioni di Storia dell’Arte al liceo – stasera non salta fuori.
Devo essere stoico, razionale e anche un po’ rassegnato: se stasera non c’è salterà fuori domani, da qualche altra parte. Nello zaino manca, nella libreria pure. Si vede che, riempiendo per l’ennesima volta quattro scatoloni con le mie “povere cose” – impacchettate trasportate scaricate rimesse a posto -, si sarà smarrito.
Peccato, stasera c’era il desiderio di scrivere e anche la necessità fisica. Quel momento di suprema stanchezza tra lo stacco dal lavoro del giorno e l’inizio del riposo della notte è sempre stato il momento più opportuno, per me.

E stasera avrei scritto una lettera che non posso spedire, o pensieri che non posso pronunciare. Me li tengo dentro ancora un po’, tanto fuori ha iniziato a far fresco e per un po’ scrivere, la sera, se ne avrò il tempo, riscalderà.

image

Annunci

Qualcosa da dichiarare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...