Le cröda

Foglie gialle e rosse, foglie multicolori di sopra e di sotto. Le sere che si accorciano, ché la prima acqua d’agosto ha già rinfrescato il bosco. Tramonti color pastello, tranquillità da “ho condotto la buona battaglia”, i primi freschi (l’intensità dipende sempre dai punti di vista e dalle latitudini).
Un sapore di dolcezza dappertutto, un qualcosa di dolce che è un po’ come quando lasci maturare un frutto troppo a lungo: qualcosa in bilico tra l’estrema punta della sua realizzazione e il primo sintomo della fine (i frutti possono essere ambigui).
Castagne e uva il binomio perfetto: profumi di terra, di legna fine che fa fumo e brucia alla svelta, di vino rosso gagliardo forte. Momenti di stare insieme, piccole feste quotidiane che da noi son cose di sempre ma viste da lontano diventano primizie privilegiate.

Le cröda le cahtègne: l’è riàt l’ihtrèta.

 

BeFunky_P8250189.jpg

 

Annunci

Qualcosa da dichiarare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...