70 anni fa

70 anni fa la Battaglia di Nikolajewka: gli alpini riuscivano, con la forza della disperazione, a uscire dall’accerchiamento dei russi. Era l’inizio della ritirata, che sarebbe stata una carneficina peggiore ma che avrebbe significato l’inizio di un ritorno − remoto − verso casa.
Quanto freddo, quanta fame, quanta paura. Quanta assurdità idiota e demenziale. In poche parole, quanta guerra condensata nei pochi mesi passati dall’arrivo al fronte.

Tanti sono partiti anche dalla Val Camonica, persino da Mezzarro; l’ultimo reduce è ancora vivo, e spero che qualcuno si faccia raccontare la sua storia per fissarla e non farla andare persa. Mi dicono che prima non ne volesse parlare mai. Anche per i miei nonni era così: parlavano della guerra solo quand’erano ubriachi. Uno, ragazzo del 99 sbattuto sul Piave a 17 anni con il fucile ben più grande di lui, parlava di maree di morti; l’altro, dopo la Grecia, la Jugoslavia e la prigionia in Germania − scampato per vero miracolo a un’esecuzione già iniziata − si ricordava nomi e parole straniere.
Il reduce di Russia, oggi 90 enne, si chiama Giovanni e mi dicono che ultimamente si è aperto molto, che vuole parlare di quei fatti. E spero davvero che succeda e che qualcuno lo ascolti.

Perché è stata proprio una schifezza. E morti i reduci, “andati avanti” gli ultimi alpini, ci resteranno fotografie e filmati ma non testimonianze dirette. E ci toccherà, come sto facendo io adesso, ricostruire nel modo più verosimile ma senza controprove effettive, e quindi con un’efficacia che non sarà mai adeguata a trasmettere il significato dell’orrore, della paura, dello spavento.

L’importante è non dimenticasi delle date, almeno.

P. S.: un altro 27 gennaio, ma del 1945, veniva liberato Auschwitz. Un’altra infamia veniva alla luce. Ma questo merita tutt’altra riflessione.

Annunci

2 pensieri su “70 anni fa

    1. Esempio di una tragedia assurda, di gente inconsapevole presa dal paese, intruppata con il lavaggio del cervello, fottuta di promesse e mandata a vedere orrori.

Qualcosa da dichiarare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...