si può riuscire anche a vedere questo…

tutta quella città… non se ne vedeva la fine…
la fine, per cortesia, si potrebbe vedere la fine?
e il rumore
non è quel che vidi che mi fermò
è quel che non vidi
puoi capirlo, fratello?, è quel che non vidi… lo cercai ma non c’era, in tutta quella sterminata città c’era tutto tranne
c’era tutto
ma non c’era una fine. quel che non vidi è dove finiva tutto quello. la fine del mondo
ora tu pensa: un pianoforte. i tasti iniziano. i tasti finiscono. tu sai che sono 88, su questo nessuno può fregarti. non sono infiniti, loro. tu, sei infinito, e dentro quei tasi, infinita è la musica che puoi fare. loro sono 88. tu sei infinito. questo a me piace. questo lo si può vivere. ma se
davanti a me si srotola una tastiera di milioni di tasti, milioni e miliardi
milioni e miliardi di tasti, che non finiscono mai e questa è la vera verità, che non finiscono mai e quella tastiera è infinita
se quella tastiera è infinita, allora
su quella tastiera non c’è musica che puoi suonare. ti sei seduto su un seggiolino sbagliato: quello è il pianoforte su cui suona dio.
 
i desideri stavano strappandomi l’anima. potevo viverli, ma non ci son riuscito. allora li ho incantati. e uno a uno li ho lasciati dietro di me.
alessandro baricco, novecento
Annunci

5 pensieri su “si può riuscire anche a vedere questo…

  1. e pur non essendo mai sceso dalla nave sapeva com’era il mondo…e noi che ci siamo, sul mondo, mah, chissà se lo capiamo.io no.

  2. magari la nave è stata la sua ottica particolare per capire tutto il mondo.chissà, forse anche a noi servirebbe una nave su cui salire…

  3. questo vorrebbe dire VEDERLO DA FUORI quindi non essere NEL mondo.così credo che, poeticamente o meno, non sia uguale. vedere non è vivere…

  4. La nave è una scelta, non un punto di vista…il limite che ognuno di noi si da per svilupparsi in una direzione…tu scrivi e puoi usare infinite lettere per toccare ciò che vuoi, io uso il colore, qualcunaltro una macchina fotografica…ognuno ha un metro di misura per calcolare la sua direzione, e ognuno sa che non può prendere tutte le strade del mondo…Novecento non aveva trovato il significato della vita, solo un modo per viverla il più possibile…e per proteggersi… Novecento è il mio idolo…la mia musa…

  5. concordo laura. e forse tutti abbiamo bisogno di una nave per capire. e per tutti questa nave è qualcosa di diverso e unico…

Qualcosa da dichiarare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...