rettifico… e chiedo scusa

mi sembra giusto fare alcune precisazioni riguardo all’inetrvento precedente.
siccome penso sempre di avere un’elevata percezione e conoscenza della realtà che mi circonda, ho usato un esempio non certo molto adatto; naturalmente, l’ho fatto con delle motivazioni che ritenevo valide, e non certo solo per far parlare di me.
la storia di oscar wilde, infatti, l’ho usata perché ritenevo fosse la manifestazione migliore che avessi per dimostrare che tutti noi siamo costruiti in una determinata maniera: con lati positivi e negativi, chiari e scuri; comunque, un insieme più o meno riuscito di bene e di male. ma mi è capitato anche che una persona si sentisse delusa da me proprio per il fatto di avere scoperto uno di questi lati. ebbene, volevo soltanto dire che mi sembra abbastanza sciocco cambiare COMPLETAMENTE parere riguardo a qualcuno solo per averne scoperto un lato prima sconosciuto: certo, ci si può irritare, o restare basiti, o anche sconvolgersi, ma credo sia impossibile che il modo di vedere quella persona cambi tutto d’un tratto, all’improvviso.
solo questo.
ho usato la storia di oscar wilde perché mi sembrava potesse bene rappresentare questa mia situazione, ma solo ora mi accorgo di aver operato una scelta poco felice.
mi dispiace avere suscitato incomprensioni o sbagliate interpretazioni, era solo un modo per affermare un determinato concetto.
 
Annunci

7 pensieri su “rettifico… e chiedo scusa

  1. ma sì iuri,capito…tranquillo ti vogliamo bene anche se sei gay,che importa….gli amici sn amici….nn cambiare per nessuno,mai!!! a noi piaci così!!!!!!

  2. ma sì iuri,capito…tranquillo ti vogliamo bene anche se sei gay,che importa….gli amici sn amici….nn cambiare per nessuno,mai!!! a noi piaci così!!!!!!

  3. anche se sembrava veramente una manifestazione di cambiar sponda, ovvio non è così… è invece chiaro che il nostro tubero sta perdendo un pò la retta via, ma non sessuale, mentale proprio…
    dai, restare basiti? non siamo mica in veneto…
    cmq si può cambiare fino a quando ci si sente che si deve cambiare, mai perdere le speranze e gli obbiettivi (non c’entra coll’intervento)
     
    vorrei poterti dire cose d’aiuto, ma in questo momento non so che cazzo dirti, anzi ti dico; nella vita ciò che è importante è la conoscenza della verità e dell’equilibrio (che non vuol dire esser veri ed equilibrati cmq)
    oppure la conoscenza e la verità? o la verità della conoscenza? mah…

  4. grazie riki, sei il migliore…
    soprattutto con i tuoi ragionamenti che sembrano "da secchione" ma che alla fine si ingarbugliano.
    comunque sì, riguardo al cambiare hai ragione: di sicuro non bisogna però cambiare solo perché ci si sente obbligati a farlo, perché altrimenti diventiamo altro da quello che (giusto o sbagliato) siamo, e facciamo la figura dei cretini.
    per quanto riguarda la conoscenza della verità, essa è speranza molto poco raggiungibile; almeno per me in questo momento.
    ma va bene così: DEVI AVERE UN CAOS DENTRO DI TE PER PARTORIRE UNA STELLA CHE BALLA dice nietzsche (lo so che lo sai già), quindi avanti in mezzo alla più totale confusione: VA BENE COSI’
    ciao

  5. sempre citando nietzsche qui ci sono stati un po di problemi "ermenutici", di interpretazione di questa simpatica storiella.
    Io penso solo che la gente non puo rimanere delusa da te perchè hai i capelli corti o perchè sei alto un tot o perchè sei confuso, istintivo, riflessivo  o che ne so. Ma per un tuo comportamento, una tua scelta si. Li non si tratta piu di come sei ma di come hai ragionato su un determinato argomento. Ed è in base a questo insomma che poi si puo guidicare una persona.Quando si fa una scelta, poi, si assumono le responsabilità necessarie e se ne accettano le conseguenze. Quindi condivido il fatto che non fosse giusto non leggere Wilde perchè era Gay, ma che ne so se uno non era daccordo con quello che lui scriveva era liberissimo di non leggerlo. Come io non leggo vespa non perchè è brutto ma perchè è quello che è insomma, o che ne so tu non leggerai evocacion della figlia di che guevara. D’altronde iuri, non possiamo essere tutti uguali.
    Non so se si è capito il concetto, e non ho voglia di controllare la grammatica.
    però pensala così iuri, quella persona si sarà pure rimasta delusa da te,ma ce ne saranno altre 100 fiere di quello che hai fatto. Evviva

  6. iuri…scolta me…ti do una dritta…a chi ti spacca il cazzo..parla di qui e di li e poi nella vita fa tutto il cotntrario di quello che dice rispondi così:
     
    NON MONTARTI LA TESTA..ASPETTA PRIMA CHE TE LA SPACCO!
     
     
    boom!
    i migliori..francoforte brucierà!più delle nostre gole il venerdi sera!!

Qualcosa da dichiarare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...