icaro

icaro è un mito greco…
era il giovane che fu rinchiuso nel labirinto di creta insieme al padre dedalo, inventore dello stesso labirinto, su ordine del re minosse:
il padre infatti aveva aiutato teseo, entrato nel labirinto per uccidere il minotauro, ad uscirne.
ma padre e figlio evasero fabbricandosi delle ali con piume ed incollandosele al corpo con della cera.
sordo alle raccomandazioni del padre, che gli consigliava di non volare troppo vicino al sole, il giovane vi arrivò così vicino che il calore dell’astro sciolse la cera e icaro cadde in mare annegandovi.
ICARO ERA UN POVERO STRONZO:
la tradizione lo porta come esempio di chi tenta di compiere azioni fuori dalla propria portata e senza averne i mezzi sufficienti.
 
eppure i suoi occhi videro il sole, mentre quelli del padre ne piansero in eterno la perduta gioventù.
 
poi ognuno sceglie come meglio crede
 
poi ognuno legge come meglio crede
Annunci

6 pensieri su “icaro

  1. eccomi qui… cazzo questi letterati ma che cazzo vanno a pensare?
    allora icaro eh… boh… già io sarei stato contento di volare, non è che tutti volano… eh qui ok uno potrebbe dire allorasei contento di una cosa solo se la fanno in pochi? boh probabile, non è che sto qua ha gioire di poter camminare o parlare o così… non è che sono l’uomo perfetto… cmq è il blog di iuri, non parliamo di me (plurale majestatis)… ok icaro… poi questa cosa che va verso il sole ma non è che brucia, no cade… molto triste… che all’uomo non sia riservato un potere divino, il sole, irrangiungibile? il problema è che non aveva uno slancio giusto, perchè se veniva sparato con tanta forza verso il sole poi ci arrivava… però tanto slancio significa tanta velocità… quindi se voleva arrivarci al sole non avrebbe potuto godersi il volo, prima lontano e poi subito vicino… triste anche questo… poi per avere questo slancio doveva accumulare un sacco di energia, un sacco di forza, rimanere in tensione per un lungo tempo… una vita di sforzo per un ultimo slancio verso il sole… quindi alla fine ci troviamo sempre alla stessa morale di sempre: per avere le cose importanti bisogna faticare…. ah la fatica…
    la tensione continua, per arrivare all’obbiettivo in modo stra veloce… qui o lì, se stai in mezzo precipiti, la gravità, quello che ti fa tornare a terra, che ti spinge giù…
    alla fine ho letto come credevo giusto no?
    ma non è tutto qui: come la navicella di futurama che si muove a velocità impossibili e alla fine si scopre che non è la navicella che si muove ma resta ferma, è l’universo che si muove…
    quindi continuo a credere, credere che al sole se non ci puoi arrivare magari puoi fare arrivare il sole a te… cambiare le regole, immaginare, credere… e se il sole arriva sulla terra allora chissà…
    io ci credo le cose cambiano…
     
    ciao caro, alzo gli occhi dal pc e ti vedo patatina… a presto

  2. insomma… letto giusto mica tanto. anzi abbastanza poco…
    va be probabilmente quello che voglio dire è talmente assurdo che non lo capisce nessuno, o forse gli altri lo capiscono ma io non capisco che gli altri hanno capito e quindi… è solo un casino!

  3. non è che prima uno dà libertà di parola e poi instaura un regime… dai dai questo è giusto e questo no… altro che letterati qua, tesserati del partito…
    ciao picio lo so che fai sempre un gran casino…

  4. ma cosa vuoi o harry potter dei poveri?
    non volevo dire che ognuno può interpretare come vuole quello che ho scritto, ma che in base a quello che volevo intendere col mio raccontino di icaro, solo dopo quello, ognuno poi fa le scelte che vuole, e di conseguenza interpreta come vuole…
    e poi comunque, se faccio sempre un gran casino, è perché mi ispiro a te… no scherzo!!!
    ciao pihtola

  5. innanzitutto fantastica la metafora ispirata alla navicella di futurama…………..Cmq penso di aver capito cosa intende la patatona….Come hai ragione iuri, quei dannati sogni che sono sempre troppo lontani da te,che quando li sfiori per un istante ti scottano così tanto che rimani segnato, e che cazzo a noi mai una botta di culo nella vita?

Qualcosa da dichiarare?

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...